Schiere di fotoni corrono nel vuoto - cofano, pigmenti cangianti, vernice. 2018

Schiere di fotoni corrono nel vuoto - particolare

Schiere di fotoni corrono nel vuoto - particolare

"Schmeckt denn der Weltraum, in der wir uns lösen, nach uns?"

"Ha forse di noi sapore il cosmo in cui ci dissolviamo?"

Rainer Maria Rilke, Elegie duinesi, seconda elegia, vv. 29-30

Il cofano di un auto è dipinto con una particolare vernice cangiante su fondo scuro e riflette, a seconda delle diverse inclinazioni della luce, tonalità di colore che vanno dal verde al viola. Il disegno eseguito sul cofano è frutto di una rielaborazione di figure tratte dalla pittura rinascimentale veneta dove eventi miracolosi ed entità invisibili sono raffigurati come fenomeni luminosi. Una libera associazione di immagini, tecnica e supporto vogliono creare una struttura narrativa che racconti della luce, del suo poggiarsi sulla pelle delle cose per rendersi visibile e diffondere all’infinito l’immagine del mondo nello spazio.

PREMIO FRANCESCO FABBRI PER LE ARTI CONTEMPORANEE 2018, Settima edizione, a cura di Carlo Sala, Villa Brandolini, Pieve di Soligo (TV)

RESIDENZA LA FORNACE, Capitolo I (Estate), a cura di Edoardo Manzoni e Giada Olivotto, 2018